Catena Campagnolo a 11 velocità

La catena è forse il componente della bici che ha subito meno modifiche nel corso degli ultimi cento anni.

Non solo per quanto riguarda la struttura, ma anche per il passo delle maglie, che è da mezzo pollice fra un piolino e l'altro (quindi 1/2" è pure la distanza fra due denti).

L'aumentare del numero di rapporti posteriori ha reso necessario utilizzare catene sempre più strette: inizialmente i denti erano larghi 3/16", poi ridotti a 1/8" per le bici con una singola velocità. Questa larghezza è ancora in uso sulle bici da pista.

Con i cambi a 4 e 5 velocità si è arrivati a denti da 3/32": con questa misura si identificano ancor oggi le catene fino alle 7 velocità. Poi parliamo più semplicemente di catena a 8, 9, 10, 11 o 12 velocità.

Fondamentalmente sarebbe consigliabile utilizzare la catena prodotta la catena dedicata alla propria trasmissione, tuttavia negli anni ci sono stati vari esperimenti più o meno ortodossi in merito. Di fondo il consiglio è di rispettare le indicazioni del produttore ove possibile e ragionevole, tuttavia non è un delitto usare una catena Shimano su Campagnolo o vicerversa (sì, lo è invece: cosa vi costa usare quella "giusta"???), rispettando almeno il numero di velocità a cui la catena è dedicata